A chi viene assegnata la casa familiare in caso di separazione.

Per comprendere l’attuale disciplina in merito all’assegnazione della casa familiare nel caso di separazione dei coniugi o di divorzio o ancora di cessazione della convivenza bisogna partire dalla legge 8 Febbraio 2006 n. 54 (conosciuta come legge sull’affido condiviso).  Tale legge ha introdotto nel nostro codice civile l’art. 155 quater, che recita: “il godimento della casa familiare è attribuito tenendo prioritariamente conto dell’interesse dei figli. Dell’assegnazione il giudice tiene conto nella regolazione dei rapporti economici tra i genitori, considerato l’eventuale titolo di proprietà.” L’art. 4, 2° comma, della stessa legge dispone che la norma relativa ai procedimenti di separazione personale tra i coniugi è applicabile anche nei casi di scioglimento del matrimonio civile e di cessazione degli effetti civili del matrimonio concordatario (ovvero di divorzio), di nullità del matrimonio e nei procedimenti relativi ai figli di genitori non coniugati. Continua a leggere

Gli attacchi di panico, cosa sono e come si curano.

Il panico è un evento acuto, di breve durata, con forme estreme di ansia associate ad una sintomatologia fisica.

Gli attacchi di panico si possono presentare in tutti i disturbi ansiosi, spesso in risposta ad una specifica situazione e questa è la caratteristica principale della malattia. Per esempio, un soggetto con la fobia per i serpenti presenta un attacco di panico quando ne incontra uno. Tuttavia, questi attacchi di panico situazionalei differiscono da quelli spontanei, ingiustificati, che caratterizzano un soggetto affetto da disturbo da panico (e non attacco). Continua a leggere