Condominio: le spese per l’illuminazione e pulizia delle scale vanno divise secondo l’indice di altezza del piano e non per millesimi.

Parliamo della suddivisione delle spese condominiali per la pulizia delle scale e per l’illuminazione delle stesse. Come ha confermato la Cassazione con l’ordinanza 29217 del 13 novembre 2018 tali spese non possono essere suddivise secondo il criterio della suddivisione millesimale, come in genere avviene.

La suddivisione di tali spese condominiali infatti deve avvenire sulla base dell’altezza dal suolo di ciascun appartamento. La motivazione è logica: chi abita ad un piano alto, o all’ultimo piano, usufruisce sia della puliza delle scale sia della illuminazione, in modo pieno o comunque più completo rispetto a chi abita ad un piano basso. D’altra parte il proprietario di un appartamento sito al piano terra usufruisce della pulizia delle scale e della loro illuminazione solo in piccola parte, quella appunto relativa al piano terra e quindi in misura minore rispetto al proprietario di un appartamento situato al quinto piano.

Ecco quindi che le spese condominiali relative all’illuminazione ed alla puliza delle scale non potranno essere suddivise fra i singoli condomini secondo il normale criterio della ripartizione millesimale, ma bensì in base all’indice di altezza del piano ove si trova l’appartamento.

Roma 14 novembre 2018

@diritti di riproduzione riservati