Gli Assegni Familiari (Assegni al Nucleo Familiare): cosa sono ed a chi spettano.

Assegni Familiari o Assegni al Nucleo Familiare (ANF) cosa sono?

Si tratta di un aiuto economico a carattere mensile che l’Inps (direttamente o mediante il datore di lavoro) eroga al lavoratore dipendente (o ad altre categorie di soggetti) che si trovi in difficili situazioni economiche  e che abbia nel proprio nucleo familiare il coniuge, figli minorenni o  inabili.  E’ quindi senza dubbio un aiuto economico che viene erogato alle famiglie dei lavoratorio pensionati o altre ben precise categorie di persone.

Gli Assegni Familiari possono essere richiesti solamente da particolari categorie di persone e cioè: dai lavoratori dipendenti o disoccupati o cassintegrati, lavoratori in mobilità o malattia, lavoratori parasubordinati iscritti alla gestione separata Inps, pensionati da lavoro dipenente.

Gli Assegni Familiari vengono riconociuti al Nucleo Familiare dei soggetti sopra descritti, nel quale si ricomprende: il coniuge, i figli minorenni, i figli maggiorenni inabili, i fratelli le sorelle o i nipoti minorenni o maggiorenni inabili del richiedente a patto che siano orfani di entrambi i genitori e non abbaino diritto alla pensione come superstiti, nonchè i nipoti in linea retta minori o a carico dell’ascendente conviventi con il richiedente. Non rientra nel Nucleo Familiare il coniuge separato legalmente o i figli affidati all’altro coniuge, i figli coniugati, i figli maggiorenni non inabili, i genitori  i fratelli le sorelle ed i nipoti maggiorenni non inabili.

L’ammontare degli Assegni Familiari varia di anno in anno ed a seconda della composizione del nucleo familiare e del reddito del richiedente. Vi sono apposite tabelle che vengono aggiorante di anno in anno dall’Inps.

La domanda va fatta al datore di lavoro entro il 30 giugno di ogni anno, che provvederà ad erogare l’Assegno Familiare mensile direttamente al lavoratore. Qualora invece si tratti di soggetti che non fanno più riferimento ad un datore di alvoro (ad esempio perchè in pensione o disoccupati) la domanda andrà rivolta direttamente all’Inps.

Roma, 9 ottobre 2018

@diritti di riproduzione riservati