Perchè rivolgersi ad un Coach?

Un Coach è nel gergo comune un allenatore.
Il Coach può allenare un cliente singolo, ma anche un Team o gruppo, in ambito privato o aziendale. In tal senso si distingue tra Life Coaching e Business Coaching, il primo rivolto al singolo o anche a piccoli gruppi, il secondo rivolto all’ambiente aziendale. Vi sono poi varie declinazioni del Coaching di tipo aziendale, che distinguono il Team Coaching, il Corporate Coaching e  l’Executive Coaching (per saperne di pù leggi i nostri articoli).

L’allenamento mira ad accompagnare la persona, il manager o il team lungo un processo di ricerca e scoperta delle potenzialità migliori e dei punti di forza, per riuscire a raggiungere un obiettivo futuro sfidante, superando una crisi, gli ostacoli e le interferenze.

E’ importate capire che il Coaching non ha nulla a che vedere con le terapie di tipo psicologico o psicoterapeutico ed un coach non deve essere mai confuso con un terapeuta.

Vivere la vita avendo degli obiettivi e raggiungerli, superando gli ostacoli, rende inevitabilmente felici, dà benessere, fa sentire realizzati, gratifica e riempie. Il padre della filosofia positiva Seligman sosteneva che per essere felici è necessario: provare emozioni positive, essere coinvolti in un fare ed avere degli obiettivi.
Una vita senza obiettivi è spenta, è priva di emozioni positive. Chi non ha obiettivi è emotivamente morto!

Lo stesso vale nell’ambito lavorativo, nelle aziende e nei Team. Creare obiettivi sfidanti vuol dire aumentare la forza del manager o del gruppo, renderlo forte, stimolare l’autoefficacia, aiutarlo a superare le crisi e le situazioni stressanti. Perchè anche nell’ambito lavorativo le menti lavorano meglio se sono stimolate e realizzate, se le persone sentono di far parte di una comunità e se sono felici.

Gli obiettivi si raggiungono facendo ricorso alle migliori potenzialità di ciascun individuo; l’attuazione delle potenzialità crea energia positiva, produce una forza immensa, che porterà in cima alla montagna.
Molti potranno essere gli ostacoli e le interferenze, ma con il metodo del Coaching, accompagnati dal Coach, tutti i muri cadranno, la fatica si supererà e passo dopo passo si arriverà alla vetta.
Non sempre è facile individuare l’obiettivo da perseguire e non sempre è facile percorrere da soli la strada, più o meno lunga, per raggiungerlo. Spesso ci si ferma alle prime difficoltà, si entra in crisi e si rinuncia. Nei Team o nei gruppi si rischia di entrare in un mood ripetitivo di passività ed apatia, che rende il gruppo non più produttivo, stressato e poco coeso.

Ecco allora che può essere utile farsi accompgnare da un Coach Professionista.

Dietro all’obiettivo da raggiungere c’è una motivazione e quindi un bisogno.
Quali sono i bisogni (e quindi gli obiettivi) che una relazione di Coaching può aiutare a soddisfare?
Sono i più vari, potrebbero essere bisogni legati alla produttività e quindi alla voglia di iniziare una nuova professione, cambiare lavoro, migliorare la propria posizione lavorativa, migliorare il Team work, ridurre lo stress del lavoro.
Potrebbero essere, sul piano personale, bisogni di una maggiore autostima o autoefficacia, bisogni volti a realizzare una crescita personale e spirituale, bisogni legati al volersi bene, al poter diventare ciò che si vuol diventare.
I bisogni potrebbero riguardare l’area relazionale e quindi essere legati al miglioramento di una relazione sentimentale, all’affrontare una separazione, a migliorare il rapporto con i figli o con gli amici.

Si rivolge al Coach chi, ad esempio, vuol dimagrire ma non riesce a portare avanti la dieta; chi non riesce a svolgere assiduamente uno sport o lo sportivo che voglia raggiungere un obiettivo particolare ma sia disorientato o abbia bisogno di un supporto; chi non riesce a lasciare il partner o chi non riesce più a comunicare con il partner; il genitore che non sa più come gestire il suo rapporto con i figli; chi vuole reimpostare le sue relazioni di amicizia; chi ha perso l’autostima e non si vuol più bene e vuole darsi una nuova opportunità; chi vuol cambiare casa ma non sa da dove iniziare; chi desidera cambiare lavoro, dare avvio ad una nuova attività ma ha paura del fallimento o di non riuscire, chi voglia aumentare la produttività del proprio Team di lavoro o ridurne lo stress. Ed ancora tantissime possono essere le motivazioni per chiedere di essere accompagnati da un life coach.

Affidarsi ad un Coach Professionista può portare importanti effetti positivi:

  • Avere una idea chiara dei propri obiettivi e del futuro desiderato;
  • Aumentare la consapevolezza, l’autostima e la fiducia in sé;
  • Imparare a scegliere;
  • Conoscere ed usare i punti di forza personale;
  • Conoscere ed attuare le proprie migliori potenzialità e talenti;
  • Migliorare l’ascolto di sé e degli altri;
  • Imparare ad usare la propria creatività;
  • Migliorare la capacità di concentrazione;
  • Imparare a riconoscere le proprie e le altrui emozioni;
  • Imparare a trasformare le crisi in opportunità e gestire lo stress.

Scoprite come affidarsi ad un Coach professionista del progetto QuiCoaching