Responsabilità professionale del Notaio che omette di segnalare la presenza di ipoteche sull’immobile al momento del Rogito.

Quando si deve acquistare un immobile ci si deve rivolgere ad un notaio, il quale ha l’obbligo di effettuare, prima del rogito, tutte le ricerche sul bene che verrà trasferito al fine di verificare la presenza di pesi e gravami.

In particolare la Suprema Corte di Cassazione, con la sentenza 15761 del 16 giugno 2018, ha stabilito che il notaio che ometta di dichiarare la presenza di pesi e vincoli, come una iscrizione ipotecaria, sull’immobile è responsabile professionalmente di tale omissione e dovrà risarcire l’acquirente delle spese sostenute per ottenere la cancellazione dell’ipoteca.

Il Notaio infatti deve essere ritenuto responsabile professionalmente se, nella stipula di una compravendita immobliare, non si curi di accertare preventivamente la presenza di ipoteche pregiudizievoli sul bene e ciò in tempo utile perchè l’acquirente possa valutare, prima del rogito, i rischi di quell’acquisto. Quindi a nulla vale il fatto che il Notaio in questione abbia fatto delle verifiche generiche ma abbia poi omesso di accertare, immediatamente prima del rogito, se l’ipoteca fosse stata effettivamente cancellata.

In tali casi, pertanto, il Notaio sarà tenuto a risarcire l’acquirente di tutte le spese necessarie per liberare l’immobile dai pesi su di esso gravanti.

Roma, 18 giugno 2018

@diritti di riproduzione riservati